Conferenza La riscoperta della scienza nell’era del COVID

“Si osservano grosse resistenze al procedere della scienza e una malcelata diffidenza verso i suoi metodi e le sue conclusioni. Questo appare davvero un paradosso, perché mai come oggi la ricerca scientifica è stata forte e affidabile. In tutto il mondo. Il motivo forse sono le grandi discrepanze fra ciò che la scienza ha acquisito e la comprensione diffusa nella società. E non solo per ignoranza, perché anche la paura e la rabbia entrano nella formazione di questa malsana atmosfera culturale. Sembra che il patto non scritto con la società, che lascia agli scienziati l’onere e la soddisfazione di far progredire scienza e conoscenza, inizi a scricchiolare sotto molteplici attacchi concentrici. Viviamo l’Età dell’Elogio dell’ignoranza, che si nutre di superficialità ma anche di presunzione, complottismo, fake news e arroganza e, spesso, di emozioni di pancia e d’odio. Sembriamo sull’orlo della caduta dell’Impero, troppo sazi e annoiati, schiavi di automatismi sociali e comportamentali, pronti per la barbarie dell’ignoranza e del declino culturale, evocati come purificatori di tutti i mali, alla ricerca di una catarsi generale e conclusiva che ci porti indietro verso un’Età dell’oro, in effetti mai esistita. Si accetta a malapena la tecnologia. Certo, non possiamo mica rinunciare a telefonini e internet, ma alla scienza sì! Quella ci ha portato la plastica negli oceani, il riscaldamento globale, malattie misteriose e cancri inguaribili, bomba atomica e inquinamento, radiazioni di Fukushima e sostanze chimiche, che giorno dopo giorno ci rendono sempre più dipendenti dalle multinazionali del farmaco. Queste ultime pure responsabili della diffusione del coronavirus, dalla quale trarranno enormi profitti. E la scienza ha anche offerto strumenti al potere per controllarci e condizionarci – anche attraverso scie chimiche e chip sottopelle – per farci credere che gli americani sono stati sulla Luna, che i vaccini servono a proteggerci dalle epidemie e che la Terra non è piatta. “

E.Boncinelli, A.Ereditato, L’infinito gioco della scienza

Dopo la pausa  estiva il Comitato riprende le sue  attività. Per riparlare di  scienza, abbiamo il piacere d’invitarvi all’incontro con l’Ambasciatore Silvio Mignano e il prof. Antonio Ereditato.

Volantino conferenza 091020 + link pdf

La riscoperta della scienza
nell’era del COVID
9 ottobre 2020, ore 18.30
Missione Cattolica Italiana

 

È richiesta la disinfezione delle mani all’ingresso, mascherina personale e le distanze regolamentari.