XVII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo (16-22.10.2017)

 

Ciak! Si gira.

Quest’anno, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale rende omaggio al cinema. La XVII edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo dal 16 al 22 ottobre 2017 sarà infatti dedicata al tema “L‘italiano al cinema, l’italiano nel cinema“, con la collaborazione di importanti istituzioni quali l’Accademia della Crusca, la Confederazione svizzera, tra gli altri, Cinecittà, la Casa del cinema di Roma e il Giffoni Film Festival.

Nel rapporto tra cinema e lingua numerosi sono i termini, i nomi propri, le espressioni e i modi di dire che, grazie al successo di un film o di un artista, sono entrati nella nostra o persino nelle altre lingue: i casi più eclatanti sono tratti dai film di Fellini (dolcevita, paparazzo, amarcord, vitellone), ma anche film come Fantozzi, L’armata Brancaleone, Amici miei   hanno offerto alla lingua italiana inedite ed inaudite possibilità di arricchimento lessicale e semantico.

L’Ambasciata d’Italia a Berna, in collaborazione con differenti enti e istituzioni italiane e svizzere, intende partire proprio da qui, da questo legame forte tra linguaggio cinematografico e lingua italiana. I film e le conferenze previsti per la XVII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo ribadiranno il ruolo cruciale del cinema italiano come strumento di lettura critica della realtà anche linguistica del nostro Paese.

Quest’anno abbiamo in programma la proiezione di tre film: I cento passi di Marco Tullio Giordana, dedicato alla vita e all’omicidio di Peppino Impastato, impegnato, come moltissimi siciliani, nella lotta alla mafia nella sua stessa terra; il celebre Morte a Venezia di Luchino Visconti, tratto dal romanzo di Thomas Mann e il  Raffaele – principe delle arti che rappresenta la prima trasposizione cinematografica di Raffaello e la sua arte universale.

Il critico Alberto Crespi ci illustrerà la storia d’Italia attraverso 15 straordinari film, partendo dal Risorgimento fino ai giorni nostri. Ricorderemo poi i 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello con una conferenza del Prof. Thomas Klinkert dell’Università di Zurigo, incentrata sul romanzo cinematografico per eccellenza di Pirandello, “Quaderni di Serafino Gubbio operatore”. Infine lo storico Toni Ricciardi approfondirà il legame tra cinema italiano e fenomeno migratorio, continuando così il tema sulle migrazioni avviato lo scorso anno.

Le serate sono ad ingresso libero sino ad esaurimento posti. Buona visione.

Per maggiori informazioni riguardanti il programma, potrete rivolgervi all’Ambasciata (031 350 07 77; berna.culturale(at)esteri.it).

Il programma dettagliato della XVII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo.

 

 

PROROGA: Concorso cinematografico per giovani registi

video-concorso 2017 - locandina
Concorso cinematografico “Come dentro uno specchio. L’Italia vista fuori dall’Italia”

La consegna dei materiali per la partecipazione al bando di concorso “Come dentro uno specchio. L’Italia vista fuori dall’Italia” – il cui termine era stato stabilito per il prossimo 15 settembre – è stata prorogata alla data del prossimo 6 ottobre.

La Società Dante Alighieri, in occasione della XVII edizione della Settimana della lingua italiana nel Mondo che avrà per tema quest’anno “L’Italiano al cinema, l’italiano nel cinema”, in collaborazione con la Confederazione Svizzera, offre la possibilità ai giovani registi emergenti (e non) di età compresa tra i 18 e i 26 anni di tutte le nazionalità, di partecipare con un proprio cortometraggio al concorso cinematografico sul tema:“Come dentro uno specchio. L’Italia vista fuori dall’Italia”

Per maggiori informazioni, riferirsi al bando del concorso

 

Artisti bernesi e l’Italia
prima della Riforma

All’occasione del nostro  prossimo  incontro, dr. Hans  Christoph  von Tavel, storico dell’arte,  ci parlerà  della vita  artistica alocandina von tavel 20317 + link pdf Berna  e dei legami  con l’Italia nel periodo precedente la Riforma. La conferenza si terrà:

mercoledi  22  marzo 2017 alle ore 19.00
UniTobler, Lerchenweg  36, 3012 Berna

Vi aspettiamo numerosi!

 

 

Federico II e il suo tempo

Il Comitato è lieto  di presentarvi il prossimo  evento

Volantino conferenza 300117 + link pdfFederico II e il suo tempo
incontro con  Ortensio Zecchino

Lunedì 30 Gennaio 2017, 19:00
Universität Bern – Unitobler – Lerchenweg 36  – Sala F021

 

Federico Il (1194-1250), imperatore del Sacro Romano Impero di Germania e re del Regno di Sicilia, fu personaggio poliedrico: definito stupor mundi, fu statista, condottiero, mecenate, letterato (poeta e fondatore della Scuola poetica siciliana), uomo di scienze (si circondò di grandi scienziati, come Fibonacci, e fu autore di un trattato di etologia il De arte venandi cum avibus). Incarnò un tempo di svolta e di contraddizioni quale fu il Xlii secolo, crinale tra medioevo e modernità. In un’Europa totalmente cristianizzata, ebbe duri contrasti col Papato, rivendicando, da imperatore Dei gratia, la guida dell’orbe cristiano. Il mito, che lo avvolse già in vita, tra esaltatori e detrattori, giunge a noi ancora vivo in tante contrapposte trasfigurazioni storiografiche.

Ortensio Zecchino è uno storico e politico italiano, specialista di storia delle istituzioni giuridiche e del diritto medievale. È stato ministro dell’Università e Ricerca e parlamentare europeo nella prima legislatura elettiva (1979/84) e successivamente senatore della Repubblica per quattro legislature dal 1987 al 2001 (presiedendo le commissioni giustizia, cultura e affari europei). Insegna Storia delle Istituzioni medievali nell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Presidente del Comitato di direzione dell’Enciclopedia Federiciana Treccani, opera tematica interamente dedicata a Federico Il di Svevia.